Obes Grandini e la sua bici nel mondo
Header

Author Archives: venturip

Le foto del viaggio in Nord e Centro America

luglio 2nd, 2017 | Posted by venturip in Uncategorized - (Commenti disabilitati su Le foto del viaggio in Nord e Centro America)

Finalmente, con vergognoso ritardo, ho pubblicato le foto del viaggio di Obes in Nord e Centro America !

Per farmi perdonare in omaggio un breve filmato per rendersi conto di come viaggi il Nostro 🙂

P.S. Monument Valley nientemeno…

Incontro a Lugo, 10 Gennaio 2014

gennaio 4th, 2014 | Posted by venturip in Uncategorized - (Commenti disabilitati su Incontro a Lugo, 10 Gennaio 2014)

COMUNICATO STAMPA

La Unione Cicloturistica F. Baracca di Lugo, dando seguito al riuscitissimo ciclo di incontri avviato nell’ottobre scorso e aperti a tutti gli appassionati di ciclismo e di viaggi, inaugura il nuovo anno Venerdì 10 gennaio alle ore 20,30 con un’iniziativa che avrà luogo nella Sala Riunioni Confcommercio Ascom di Lugo in via Giotto, alla quale parteciperà Obes Grandini, il pedalatore di Medelana di Ferrara che circa un anno fa era già già stato ospite di un’altra partecipatissima serata organizzata sempre dalla Uc Baracca.

Il grande cicloviaggiatore, avvalendosi anche di diapositive e filmati, parlerà questa volta del suo ultimo viaggio durato un anno e tre giorni, nel quale ha percorso sempre in bicicletta 20.450 km, attraversando in solitaria tutta l’Africa, da Città del Capo a Medelana di Ferrara.

Grandini, che su questo viaggio ha scritto anche un libro, “Due ruote attraverso l’Africa” uscito a metà dello scorso anno, racconterà quindi con la semplicità e l’acutezza del viaggiatore attento e rispettoso dei territori che attraversa e delle culture che incontra, di questo suo straordinario viaggio che lo ha portato attraverso Sud Africa, Namibia, Zambia, Malawi, Tanzania, Burundi, Ruanda, Uganda, Sud Sudan, Sudan, Egitto, Giordania, Siria, Turchia, Grecia, Albania, Croazia ad attraversare 18 Paesi diversi.

Attraverso il racconto di Obes Grandini e le immagini che verranno proiettate ci sarà quindi modo di ascoltare la cronaca di un viaggio avventuroso, pieno di incontri, fatica, pericoli ma anche dei meravigliosi incanti di una natura forte e selvaggia.

Oltre a ciò i tanti episodi e incontri di questo lungo viaggio solitario, nel quale Grandini ha conosciuto genti, popoli e culture diverse, natura, animali e pericoli, ma ha toccato con mano anche le contraddizioni, i disagi sociali, la povertà e la dignità di quei popoli, permetteranno di conoscere un’Africa che è stata vista da dentro e che è quindi diversa da quella dei circuiti e delle logiche turistiche. La serata darà quindi modo di respirare la vera cultura di un continente come l’Africa, capace di regalare migliaia di storie, emozioni e punti vista estremamente differenti tra loro anche se, come ci dice Grandini “Non posso certo dire di conoscere l’Africa, mi manca lo spessore culturale e, l’immensità di questa terra così varia, così saccheggiata da predatori venuti da lontano perchè necessiterebbe una vita intera per farsene solo un’idea. Dovessi, fantasticando, ritrovarmi a mia insaputa bendato in Africa, sono sicuro però che saprei riconoscerLa, dagli odori, dai rumori, dal suo tocco sulla pelle.”

“Ci sono quindi tutti i presupposti, conclude Contarini Paolo Presidente della Cicloturistica Baracca, che anche questa volta una numerosa partecipazione di appassionati accompagni lo sforzo che come Società stiamo portando avanti non solo con le iniziative cicloturistiche ma anche con questi incontri che permettono di far conoscere le grandi soddisfazioni e opportunità che la bicicletta può dare, indipendentemente dagli obiettivi e traguardi che ognuno si pone.”

ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTISTICA
U.C. FRANCESCO BARACCA
Sede : presso Bar Madonna delle Stuoie
Piazzale Gubbio, 35
48022 LUGO (RA)
Tel. (bar) 0545/33744
Società: Tel/Fax 0545/900500
E-mail: info@ucfbaracca.it; www.ucfbaracca.it

Incontro con Obes Grandini_10 gennaio 2014 a lugo

Bujumbura

novembre 7th, 2013 | Posted by venturip in Diario di viaggio - (Commenti disabilitati su Bujumbura)

Camion carichi, a passo d’uomo, avanzano sfiatando per lo sforzo, avvolti in una nuvola azzurrognola. Giovani in bicicletta si attaccano dietro per farsi trainare. C’è chi mi invita a fare altrettanto, ma non me la sento di rischiare. Più la salita insiste e più vedo camion con cinque, sei ciclisti agganciati con una mano e seduti di traverso sul tubo orizzontale che se la raccontano. Intanto continuo a salire. Sudo, nonostante il cielo da pioggia. Ragazzi con biciclette stracariche di banane, carbone, legna, o appesantite da due passeggeri scendono lanciate a velocità folle verso la città. Mi chiedo come faranno a fermarsi in caso di un ostacolo improvviso. La loro vita è talmente avvolta dalla precarietà da sottovalutare il pericolo.

Bujumbura

 

Fish River Canyon

ottobre 18th, 2013 | Posted by venturip in Diario di viaggio - (Commenti disabilitati su Fish River Canyon)

Le energie recuperate le brucio subito per andare a visitare il Fish River Canyon, una maestosa spaccatura nella terra che, vista dall’alto, fa ancora più impressione.

Fish River Canyon

Parco del Luangwa 2/2

settembre 25th, 2013 | Posted by venturip in Diario di viaggio - (Commenti disabilitati su Parco del Luangwa 2/2)

Nel pomeriggio, seduto rivolto al fiume sto mangiucchiando quando mi sento toccare. Un signore mi avverte che stanno arrivando gli elefanti. Uno, già troppo vicino, sembra avermi puntato. Veloce, ficco tutto nella borsa e fuggo sotto la capiente tettoia del bar. Un elefante ispeziona la mia tenda, infilando la proboscide tra i teli aperti. Chiudo gli occhi convinto che me la schiaccerà. Invece, non strappa neppure un tirante. Come fosse a casa sua, entra sotto la tettoia per perlustrare il bancone del bar, senza trovare nulla, perchè tutto è ben sigillato. Se ne va passando tra i tavoli del ristorante e raggiunge il resto del branco intento ad annusare intorno alle capanne.

 

Parco del Luangwa

Parco del Luangwa 1/2

agosto 27th, 2013 | Posted by venturip in Diario di viaggio - (Commenti disabilitati su Parco del Luangwa 1/2)

Due leonesse sonnecchiano e si rotolano pigramente nella polvere; due enormi gattoni che fanno venir voglia di accarezzarli. Da quassù il leone non mette paura, al contrario di quando trascorro le notti nella savana. Fra poco quelle due bestie, con il calare della sera, si metteranno a cacciare, e allora diverranno un pericolo per tutti, uomo compreso.

 

Parco del Luangwa

Divundu

agosto 3rd, 2013 | Posted by venturip in Diario di viaggio - (Commenti disabilitati su Divundu)

Mare dal suo camion-camper tira fuori una valigia di attrezzi e con l’assistenza di John, si mette al lavoro. Io osservo, fidandomi. A colpi di martello riesce a raddrizzare la gabbia del deragliatore, Dovesse spezzarsi, sarebbe un guaio; non credo ci siano negozi di biciclette nei paraggi. Tutto sembra in ordine, eppure i cambi non funzionano bene e la catena non scorre fluida, emettendo un rumore di sfregamento. Proviamo in tutti i modi a fare funzionare il mezzo come si deve, ma qui nessuno è meccanico, nonostante l’abilità di Mare.

 

Divundu

Ai Ais

luglio 20th, 2013 | Posted by venturip in Diario di viaggio - (Commenti disabilitati su Ai Ais)

Esco dall’anonima pista per immettermi su quella principale. Ai Ais è a solo undici kilometri; è fatta, penso. Invece, il largo stradone rovinato dal passaggio dei tanti fuoristrada dei vacanzieri è tutto un’onda, corrugato all’inverosimile. Vado di quà e di là alla ricerca di un pezzo scorrevole. Sprofondo in ghiaia e sassi. Impegnato, faccio poco caso al paesaggio. Ho la sensazione di procedere in una gola sempre più angusta. Alzo la testa e la rapida occhiata fotografa accattivanti montagne rossicce che stringono il letto sassoso della pista. Un signore mi ferma per scattare delle foto. Mi chiede quanti anni ho. “Ancora” penso scocciato. Alla mia risposta gli sfugge un sincero “Amazing”, sorpreso per uno della mia età in bicicletta su quelle strade.

 

Ai Ais

L’eco della bici

luglio 10th, 2013 | Posted by venturip in Varie - (Commenti disabilitati su L’eco della bici)

Girando per internet ho trovato un cortometraggio/documentario sulla bicicletta, girato a Ferrara da un giovane italo/cileno. Non può naturalmente mancare al suo interno una bella intervista ad Obes…

“L’eco della bici” narra, attraverso il punto di vista di un giovane italo-cileno, Pepe Rovano, di una città dell’ Emilia Romagna (Italia), Ferrara, che per le caratteristiche geografiche (pianura padana) rimane ancora profondamente legata alla bicicletta come mezzo di trasporto.

La prima immagine che si è presentata ai suoi occhi appena sceso dal treno è stata il parcheggio delle biciclette, circa 3000!

Nel momento in cui il combustibile che muove le auto diventa la principale causa di morte e di guerra la bicicletta e il suo eco diventano un simbolo di pace.

Il filmato è visibile sul sito di Arcoiris TV assieme a tanti altri che vi potrebbero interessare, ma per vostra praticità lo rendo disponibile direttamente anche da questo blog

Maltahohe

luglio 5th, 2013 | Posted by venturip in Diario di viaggio - (Commenti disabilitati su Maltahohe)

Raggiunte le montagne, lo scenario si fa più intrigante. L’aridità visiva è interrotta da un fiume in secca, popolato di grandi alberi carichi di rigogliose foglie verdi; queste piante si vanno a pescare l’acqua nelle viscere della terra. Delle scimmie lanciano l’allarme urlando la mia invadenza. Valicata la catena montuosa, mi ritrovo in un’arida spianata sgualcita da qualche increspatura.

Maltahohe